Bulimia nervosa. Cause cure e rimedi

Che cos'è la Bulimia e come si manifesta?

La bulimia è classificata come un disturbo del comportamento alimentare.
Chi è bulemico/a ha un rapporto ossessivo con il cibo, si manifestano così attacchi irrefrenabili di fame che spingono la persona ad abbuffarsi letteralmente.

A volte è causata da fattori fisiologici dovuti a patologie come ad esempio diabete mellito, ipertiroidismo, ulcera duodenale o gastrica, in quanto possono provocare una fame eccessiva.

In questo articolo parleremo invece della bulimia nervosa che è scatenata da fattori unicamente psicologici.
Come sopra citato, chi è affetto da bulimia nervosa si presenta con vere e proprie crisi di fame che spingono la persona a mangiare in modo morboso e incontrollato una grande quantità di cibo, spesso molto calorico.

Quello che accomuna chi ne è affetto è il senso di colpa che prova dopo l'abbuffata, infatti entra in uno stato di frustrazione e autocommiserazione.

Altro fattore comune dei bulemici è la paura di acquistare peso, per cui dopo le grandi abbuffate cercano con vari modi di COMPENSARE all'errore. Per rimediare la maggior parte lo fa cercando in tutti i modi di espellere il cibo ingerito e questo avviene principalmente inducendo volontariamente il vomito, assumendo dei lassativi e addirittura facendo dei clisteri per liberare più velocemente l'intestino.

Altri modi attuati per compensare le abbuffate sono l'attività fisica spropositata che viene svolta senza criteri precisi ma con l'ossessione di bruciare calorie in qualsiasi modo e momento possibile, di solito questo è accompagnato da lunghi digiuni sempre allo scopo di rimediare.


Come si cade nella bulimia nervosa e chi colpisce?

In genere la bulimia è la conseguenza di un insieme di ragionamenti mentali che prendono il sopravvento, spesso dopo una dieta dimagrante, magari non avendo raggiunto risultati o non riuscendo a seguirla, si ha da un lato la frustrazione di non riuscire a dimagrire e dall'altro il forte desiderio di ottenere un peso e una forma ideali, così si entra in un vortice di ossessione tra cibo e dimagrimento a cui si pensa in maniera perpetua e logorante.

Questa ossessione di avere il controllo del peso, può derivare anche da una qualsiasi fonte che mette in risalto il bello di essere magre e che essere magre è tra le cose piu importanti nella vita. Possono contribuire, la tv, i compagni, i familiari, la lode che viene fatta ad altri per la forma che hanno e così via

Per lo più a cadere in questo disturbo alimentare come per l'Anoressia Nervosa anche per la bulimia sono di sesso femminile in fase adolescenziale, essendo in uno stato emotivo molto particolare per via dei cambiamenti fisici e ormonali. In fase adolescenziale si è molto più soggetti ai complessi sul proprio corpo e questo può essere una causa scatenante.

Anche soggetti che sono psicologicamente deboli o depressi per via di problemi familiari o altri, possono cadere in questa trappola.

Complicazioni mediche della bulimia

Certo, l'anoressia è più deleteria, tuttavia anche la bulimia comporta delle complicazioni come lesioni allo stomaco, disfunzioni cardiache, erosione dei denti (dovuto al vomito), rigonfiamento delle ghiandole salivari, squilibri elettrolitici che possono causare vertigini, sete, ritenzione idrica con gonfiori agli arti, dolori muscolari vaghi, spasmi, nei casi più estremi anche Morte.

Possibili cure e rimedi per la bulimia

Dalla bulimia si può uscire, sui rimedi non c'è molto da dire, come per l'anoressia è indispensabile un buon supporto psicologico che solo persone qualificate possono dare. Quello che possono fare le persone che stanno vicine a chi è bulemico è evitare di rimarcare il problema facendo commenti. Con pazienza e rispettando i tempi del sofferente si può cercare di indirizzarlo verso l'aiuto di uno psicologo.

Ci sono anche dei centri specializzati che possono dare un ottimo contributo mirando alla rieducazione alimentare, intervenendo anche dal lato psicologico e farmacologico.
Tutto questo dev'essere contornato dall'amore e il sostegno di familiari e amici. VINCERE SI PUO'.