Cancro o tumore al seno: come prevenirlo. 7 fattori di prevenzione

7 modi per ridurre il rischio di cancro alle mammelle

Anche se non esiste una strada che permetta di evitare con sicurezza il Cancro o tumore al seno, queste buone abitudini possono aiutare a prevenirlo. Una donna su otto svilupperà il cancro al seno nel corso della vita. E' davvero una statistica preoccupante che lascia molte donne con questo domanda: "Cosa posso fare per ridurre il rischio di cancro (tumore) al seno?"


Sì, è vero, ci sono alcuni fattori che non puoi controllare, come l'essere donna e l'invecchiando. Circa due donne su tre che hanno un carcinoma mammario invasivo hanno 55 anni o più. Tuttavia, ci sono delle misure che potete adottare per diminuire la probabilità di contrarre il cancro al seno.

La prevenzione del cancro (tumore) al seno:

Applicate questi consigli sullo stile di vita intelligente, è possibile modificare le probabilità a vostro favore:

  1. Perdere i chili di troppo. Essere in sovrappeso o obesi aumenta il rischio di cancro al seno dopo la menopausa. Se si dispone di un indice di massa corporea (BMI) superiore a 25, dovreste prendere in considerazione di dimagrire. Susan Gapstur, vice presidente di epidemiologia per l'American Cancer Society, dice costantemente che l'aumento di peso durante l'età adulta, mette anche a maggior rischio di tumore alla mammella. La ricerca ha dimostrato che le donne che hanno preso molto peso dopo i 18 anni sono a rischio del 50 per cento in più di sviluppare il cancro al seno rispetto alle donne che hanno mantenuto il loro peso. Peggio ancora, dice Gapstur, è che le donne in sovrappeso con cancro al seno hanno un rischio maggiore di morire rispetto alle donne magre. Il tessuto adiposo sembra contribuire ad un aumento dei livelli di estrogeni e gli ormoni, aumentando il rischio di sviluppare il cancro al seno dopo la menopausa.
  2. Muoversi. L'Esercizio fisico regolare non solo protegge il cuore, ma gioca un ruolo importante nella prevenzione del cancro al seno. Si ritiene che le donne che praticano un'attività fisica per 45 a 60 minuti, cinque o più giorni alla settimana è maggiormente protetta contro il cancro al seno. Il mantenimento di un peso sano e l'attività fisica, rendono possibile mantenere gli estrogeni e gli ormoni entro livelli normali, questo ha effetti benefici sui livelli di insulina e il sistema immunitario.
  3. Ridurre il consumo di alcol. C'è una chiara connessione tra consumo di alcol e l'aumento del rischio di cancro al seno. Anche bere poco alcol, aumenta leggermente il rischio. Non bevete più di un bicchiere al giorno, di qualsiasi tipo di alcolico. La ricerca indica che il rischio aumenta con ogni bevanda. Nel 2007, l'Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro, ha analizzato più di 40 studi e ha scoperto che l'equivalente di due bevande alcoliche al giorno possono aumentare il rischio del 21 per cento. Diversi fattori possono entrare in gioco, si pensa che l'alcool aumenti i livelli di estrogeni e altri ormoni che contribuiscono alla formazione di tumore al seno.
  4. Fate attenzione a terapie ormonali per la menopausa. L'abbassamento dei livelli ormonali in menopausa, porta a vampate di calore, fragilità ossea, e secchezza vaginale. Per alleviare questi sintomi, a volte le donne si sottopongono a una terapia ormonale sostitutiva (HRT). Ma una terapia ormonale sostitutiva che combina estrogeni e progesterone sembra aumentare il rischio di cancro al seno e altre malattie in alcune donne, in particolare quelli che utilizzano ormoni per diversi anni. Prima di tali terapie, dovreste avere una franca discussione con il medico circa i rischi ei benefici di questa terapia ormonale. Se decidete di andare avanti, è raccomandato, che gli ormoni vengono utilizzati con la più bassa dose per il più breve tempo possibile.
  5. Consultare il proprio medico circa l'uso di contraccettivi orali. Il medico Dice ancora che l'uso della pillola contraccettiva può aumentare il rischio di cancro al seno. Ma dieci anni dopo la sospensione della pillola, il rischio ritorna alla media.
  6. Considerare l'allattamento al seno. Non è solo un bene per il bambino, ma riduce anche il rischio di cancro al seno. L'allattamento al seno riduce i livelli di estrogeni, quindi più si fa, meglio è.
  7. Includete nella vostra dieta più alimenti alcalini, una dieta alcalina è di grande aiuto, anche nel caso abbiate già il tumore al seno.

Se avete una storia familiare di cancro al seno, dovreste informare il medico. Voi e il vostro team sanitario potrete analizzare la storia familiare in modo dettagliato e decidere quali altre misure preventive potrebbero essere giuste per voi. Tenendo in considerazione i fattori di rischio di cui abbiamo parlato, è possibile controllare il cancro al seno. Questa è una grande strategia di prevenzione anche se non ci sono garanzie.

Ecco perché i controlli regolari, come la mammografia e gli esami clinici del seno sono importanti. L'American Cancer Society continua a raccomandare mammografie annuali a partire da 40 anni, per le donne che non sono ad alto rischio di cancro al seno. Se non siete sicuri quando iniziare, questi controlli, rivolgetevi al medico.