Diabete gestazionale: Le conseguenze per il bambino (feto), la mamma e le cure

Che cos'è il diabete gestazionale?

L'alimentazione in gravidanza è un aspetto molto importante da tenere in considerazione. Il diabete gestazionale è quando in gravidanza si dispone di un elevato livello di zucchero nel sangue (glucosio). Il diabete gestazionale si sviluppa durante la gravidanza, di solito dopo 20 settimane. Per questo motivo si esegue il test del glucosio o curva glicemica. Circa il 4% delle donne in gravidanza soffre di diabete gestazionale. La malattia inizia perché il corpo perde la capacità di metabolizzare gli zuccheri tramite l'insulina (responsabile della conversione del glucosio in energia). Il glucosio si accumula nel sangue e poi passa attraverso la placenta e mette in pericolo il bambino.

SCOPRI: TUTTO QUELLO CHE TI SERVE PER IL TUO BAMBINO SU AMAZON

Cosa rischia la madre

La madre corre il rischio di complicanze alla nascita o richiedere il cesareo. Può sviluppare il diabete ad un certo punto della sua vita o soffrire di ipertensione o pre-eclampsia e diabete gestazionale in gravidanze successive.

Che rischi corre il nascituro

I bambini, nel frattempo, tendono ad essere più grandi dei normali neonati, mettendoli a rischio di lesioni durante la nascita o il taglio cesareo. Essi possono anche avere poco zucchero nel sangue dopo la nascita, diventando di un colorito giallo e quindi possono avere bisogno di un trattamento apposito. Potrebbe soffrire di complicazioni respiratorie, soffre di obesità infantile e diabete di tipo 2.
Se non trattato, il diabete gestazionale può anche causare la morte del bambino. Da qui l'importanza di una tempestiva diagnosi e avviare i controlli e il trattamento appena possibile. Se lei soffre di questa malattia ha bisogno di cure prenatali. Uu monitoraggio più assiduo e seguire la crescita fetale mediante ultrasuoni ogni mese. Con il sostegno nutrizionale del medico, il diabete gestazionale può essere controllato e quindi garantire una seguito regolare.
Il diabete gestazionale è diagnosticato dal test del glucosio, che viene eseguita alla prima visita prenatale nel sesto mese di gravidanza. Per il vostro bambino, il medico controllerà il suo sviluppo e il suo benessere mediante ecografia e monitoraggio fetale.
Come con altre complicazioni della gravidanza , la causa del diabete gestazionale non si sa per certo, ma abbiamo identificato alcuni fattori di rischio.

I fattori di rischio che causano il diabete gestazionale

Hai più probabilità di contrarre il diabete gestazionale, se:

  • Sei in sovrappeso prima della gravidanza
  • Hai sofferto di diabete gestazionale nelle gravidanze precedenti
  • Sei over 25 anni
  • Hai episodio familiare di diabete
  • Sei Latina, africana, asiatica o dalle isole del Pacifico
  • Se tu avessi avuto un bambino che pesa più di nove chili in una precedente gravidanza
  • Soffri di pressione alta
  • Se hai avuto problemi con la tolleranza al glucosio (livelli di glucosio nel sangue elevati, ma non abbastanza per essere diagnosticati come diabete)
  • Hai liquido amniotico in eccesso
  • Hai avuto un aborto spontaneo, senza una spiegazione chiara

I sintomi del diabete gestazionale

Di solito, i sintomi sono il diabete gestazionale sono lievi, così che spesso passano inosservati e sono:

  • Nausea e vomito
  • Stanchezza
  • Estrema sete
  • Visione offuscata
  • Frequenti infezioni, in particolare della vescica o vaginale
  • Perdita di peso

Il trattamento o cura per il diabete gestazionale

Il primo passo per curare il diabete gestazionale è quello di migliorare la vostra dieta e svolgere gli esercizi in gravidanza. Questo è di solito sufficiente per la maggior parte delle donne. Il medico può anche raccomandare di misurare i livelli di glucosio nel sangue a casa e somministrare farmaci o iniezioni di insulina.

Prevenire il diabete gestazionale

Una dieta sana in gravidanza è la migliore difesa contro il diabete gestazionale. Assicurati di soddisfare tutte le esigenze nutrizionali della gravidanza.
Se soffri di diabete gestazionale, è necessario assicurarti di fare almeno cinque pasti al giorno (colazione, pranzo, cena e due spuntini), riducendo lo zucchero, poche proteine e grassi, e controlla i carboidrati.Dovresti anche rimanere attiva con l'esercizio fisico.