UMILTA' nel bodybuilding. Solo per i veri professionisti e veri culturisti

L'umiltà nel bodybuilding è una qualità molto apprezzata e utile.

Spesso si associa l'essere umili con la fragilità e la debolezza, questo è un concetto del tutto sbagliato. L'umiltà è una qualità che rende le persone avvicinabili e umani. Nello sport come anche nel bodybuilding questo valore viene spesso offuscato dallo spirito competitivo e dal voler essere sempre i migliori e i più sapienti.

Perché nel bodybuilding è importante mostrare umiltà?

Prima di tutto l'umiltà aiuta a crescere come persona. La persona umile sa che la sua idea o il suo punto di vista può essere migliorato e cambiato. Non è sulla difensiva quando gli si pone davanti un suo errore, anzi, cerca di capire come può migliorare, questo è fondamentale per migliorare la propria conoscenza e di conseguenza anche le azioni e i risultati. Nel bodybuilding ci sono una miriade di concetti da applicare, sia nell'alimentazione, nell'allenamento, nell'integrazione e su tanti altri fattori. Se non si mostra umiltà si tende a stare sulla difensiva quando viene messo in dubbio il proprio punto di vista e questo non permette un miglioramento. A volte impariamo anche dai meno esperti, per questo è essenziale ascoltare tutti indistintamente e valutare sui consigli che ci vengono dati.

“Mentre diventiamo curatori della nostra stessa soddisfazione sul semplice sentiero dell’abbondanza... impariamo ad assaporare il piccolo con cuore riconoscente.” Sarah Ban Breathnach 

Un altro fattore, riguarda l'atteggiamento di chi è riuscito ad avere dei risultati riuscendo ad ottenere un bel fisico. Avete mai visto qualcuno muscoloso che si guarda di continuo allo specchio, cammina gonfiandosi i pettorali e i dorsali assumendo una camminata tipo "sò bello sò figo"? Suscita solo un sentimento negativo e si prova quasi pena per una persona del genere! Che senso ha fare tanti sacrifici per farsi ridere dietro?

Un bel fisico è come un vestito, bisogna saperlo indossare! Se andiamo in giro per sfoggiare i nostri muscoli con vestiti attillati e mezzi nudi, è come se indossassimo una tuta verde fosforescente, ci facciamo notare ma in modo sbagliato, identificandoci come tamarri (tutto muscoli e niente cervello). Invece il bodybuilder che mostra umiltà, anche se consapevole del suo fisico, si pone in maniera molto diversa, indossando abiti che fanno appena intuire il suo stato di forma. Questo modo di porsi rende la persona più interessante e gli si conferisce più stima, rispetto e serietà.

Nella foto dell'articolo un grande esempio di umiltà, 140 kg di muscoli ma sempre disponibile e sorridente. Gunter Skiliercamp

umilt nel bodybuilding palestrajpg

Il vero bodybuilder deve essere l'emblema della professionalità. Un professionista cerca di migliorare ogni aspetto per raggiungere il miglior risultato. Chi cerca di affermare le proprie idee con arroganza è destinato a rimanere un palestrato da strapazzo.